RSS

Biella affronta la crisi delle tessiture con spirito innovativo 

11 Dec

Nell’età d’oro della lana, il quartiere degli affari era il centro nevralgico di Biella. Qui, tra i palazzoni costruiti negli anni cinquanta per ospitare uffici e sedi di banche e imprese, la buona società locale metteva in mostra la sua opulenza. Oggi che i redditi pro capite rimangono tra i più alti d’Italia solo per i patrimoni familiari accumulati fino agli anni novanta, gli ampi spazi vuoti e le abitazioni in vendita per poche decine di migliaia di euro restituiscono un’immagine da fin d’époque.

Forse è per questo motivo che si rimpiangono i tempi in cui la città si sentiva provincia ricca e cosmopolita allo stesso tempo, al centro dei principali accadimenti politici e storici. Si celebra un personaggio come Giuseppe Ubertini, titolare di uno dei più grandi lanifici della zona, mazziniano e socialista, eretico dolciniano e fondatore di Il Corriere biellese, morto nella grande guerra. Si ricorda come, durante la resistenza, in fabbrica si cucivano le divise dei partigiani e al loro interno si nascondevano gli antifascisti. O ancora come, tra il 1944 e il 1945, nei boschi del biellese industriali e operai siglarono il cosiddetto Patto della montagna, che divenne il modello per tutte le successive contrattazioni nazionali dopo la liberazione. Tra le misure previste, un salario uguale per tutti, le 40 ore di lavoro settimanali e la maternità retribuita.

http://www.internazionale.it/reportage/angelo-mastrandrea/2016/12/11/biella-crisi-tessile

Advertisements
 
Leave a comment

Posted by on December 11, 2016 in European Union

 

Tags:

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

 
%d bloggers like this: