RSS

Tag Archives: Italy

Un altro modo di fare la spesa è possibile

Ha una Coop a cento metri di distanza, un Natura sì proprio di fronte, un Eurospin due strade più in là. Inaugurato da poco più di due mesi nel quartiere di San Donato a Bologna, l’emporio di comunità Camilla sembra letteralmente sulla linea del fronte. Certo, le dimensioni di questo supermercato alternativo non sono neanche lontanamente comparabili a quelle dei colossi vicini: tre stanzoni per circa 150 metri quadri, poca scelta e mirata, frutta e ortaggi freschi e di stagione, legumi, pasta e riso, formaggi, uova e qualche prodotto per l’igiene e la pulizia della casa.

Camilla è un nano in un mondo di giganti. Ma coltiva l’aspirazione di indicare una nuova via: ribaltare la logica della grande distribuzione organizzata (gdo), che offre cibo ai consumatori a prezzi bassi facendo tirare al massimo la cinghia ai fornitori. Qui non ci sono sconti, sottocosto, tre-per-due.

C’è in compenso la trasparenza totale della filiera: tutti i prodotti vengono da aziende rigorosamente biologiche, che aderiscono alla filosofia del progetto. E che ricevono per i loro prodotti una più che adeguata remunerazione.

https://www.internazionale.it/reportage/stefano-liberti/2019/05/30/spesa-consumo-responsabile

Advertisements
 
Leave a comment

Posted by on June 7, 2019 in European Union, Uncategorized

 

Tags:

La legge del mare

Dal 2015 al 2017 ho visto mutare profondamente l’atteggiamento dell’opinione pubblica rispetto a questi viaggi e a chi li intraprende, nel giro di un tempo ancora più breve ho assistito all’esplosione di un clima di sospetto verso i soccorritori, i volontari, chiunque pratichi la solidarietà. Un clima, occorre dirlo, che si è diffuso in tutta Europa, in particolare nei paesi governati dai partiti della destra. I soccorritori, con le loro denunce e le loro testimonianze, sono diventati testimoni scomodi e sono stati oggetto di una campagna di discredito, un processo di criminalizzazione che è partito dal basso e ha trovato ampio spazio nelle dichiarazioni e nelle iniziative più o meno esplicite di diversi politici. Le voci di chi cercava di aiutare, di salvare vite, di intervenire là dove l’Europa si mostrava incapace sono state marginalizzate e lo spazio umanitario d’intervento si è rapidamente ridotto, non solo in mare ma anche sul fronte dell’accoglienza.

http://www.italiaperme.com/la-legge-del-mare-annalisa-camilli/

 
Leave a comment

Posted by on May 20, 2019 in European Union

 

Tags: , ,

Filling a gap: the clandestine gang fixing Rome illegally

It is 6am on a Sunday and the streets of the Ostiense neighbourhood in southern Rome are empty. The metro has just opened and nearby cafes still await their first customers.

Seven men and women are working hard, their faces obscured by scarves and hoodies as they unload bags of cement and sand from a car near the Basilica of St Paul Outside the Walls.

They are not criminals. Members of the secret Gap organisation, they hide their identities because what they are doing – fixing a broken pavement without official permission – is technically illegal.

https://www.theguardian.com/cities/2019/apr/10/filling-a-gap-the-clandestine-gang-fixing-rome-illegally?CMP=share_btn_fb

 
Leave a comment

Posted by on May 9, 2019 in European Union

 

Tags:

Mussolini Resurfaces in Milan

“A banner is a banner, nothing more” wrote Giovanni Bianconi on the front page of Corriere della Sera, the leading Italian daily. “But also nothing less.”

His piece flanked a photograph of a crowd in central Milan holding aloft with one arm a banner saying, “Honor to Benito Mussolini,” their other arms outstretched in a Fascist salute. The gathering this week took place not far from Piazzale Loreto, where the Fascist dictator was hung upside down at a gas station after being executed by Italy’s partisan liberators on April 28, 1945.

 
Leave a comment

Posted by on May 9, 2019 in European Union

 

Tags:

Il ruolo rimosso delle donne nella resistenza

La statua della partigiana Giulia Lombardi, uccisa a 22 anni dai fascisti nel 1944, è stata incendiata nella notte tra domenica 21 e lunedì 22 aprile a Vighignolo, una frazione di Settimo Milanese. Il monumento dedicato alla staffetta partigiana, realizzato in legno di noce, era stato inaugurato pochi giorni prima, il 14 aprile, dalla sezione locale dell’Anpi.

“Questo ennesimo atto provocatorio si inquadra nelle sempre più inquietanti e diffuse manifestazioni e iniziative neofasciste che offendono la memoria di chi ha sacrificato la propria giovane vita per la libertà di tutti noi”, ha commentato in una nota il presidente del comitato provinciale di Milano dell’Anpi, Roberto Cenati.

Mentre il ministro dell’interno Matteo Salvini ha annunciato che non parteciperà alle celebrazioni per la festa della liberazione dal nazifascismo il 25 aprile, nella periferia di Milano viene distrutto uno dei rari riconoscimenti al ruolo delle donne nella resistenza, di solito trascurato dalla storiografia e dalle istituzioni.

https://www.internazionale.it/bloc-notes/annalisa-camilli/2019/04/25/donne-resistenza

 
Leave a comment

Posted by on April 26, 2019 in European Union

 

Tags:

I milioni di euro raccolti per Notre-Dame sono la spia di un privilegio

Il paragone è stato proposto il 17 aprile dal giornalista sudafricano Simon Allison: centinaia di milioni di euro per Notre-Dame raccolti in poche ore, ma in sei mesi il museo nazionale brasiliano, bruciato in circostanze simili l’anno scorso, ha raccolto appena quindici milioni. “Immagino che si tratti del cosiddetto privilegio bianco”, ha commentato Allison su Twitter.

https://www.internazionale.it/opinione/pierre-haski/2019/04/18/notre-dame-ricostruzione-privilegio

 
Leave a comment

Posted by on April 18, 2019 in European Union

 

Tags:

El congreso de la ultraderecha Una cita ultramontana en Verona con los incómodos amigos de Matteo Salvini

El 13mo. Congreso Mundial de la Familia, un encuentro ultraconservador apoyado por Donald Trump y el presidente ruso Vladimir Putin, con un contorno extraordinario de financiaciones opacas, culminó este sábado con la intervención del vicepremier y ministro del Interior italiano Matteo Salvini. El ultraderechista jefe de la Liga protagoniza un feroz litigio con el otro socio populista en el gobierno, Luigi Di Maio, del Movimiento 5 Estrellas, quien calificó de “medieval” la mentalidad de los participantes del encuentro de Verona.

Hasta el Papa puso distancia con el evento católico reaccionario, que demoniza el divorcio, el aborto, el feminismo, la homosexualidad y otras variantes de género y hasta el divorcio. Dijo que “la sustancia es correcta y el método equivocado”, al afirmar su coincidencia con el análisis del secretario de Estado, cardenal Pietro Parolin. El jefe de la diplomacia vaticana hace solo seis meses llevó el saludo del pontífice argentino a los mismos protagonistas que se reunieron en Moldavia para el 12mo. Congreso de la organización mundial cuyos dirigentes consideran “caníbales” a las mujeres que abortan y “enfermos curables” a los homosexuales.

https://www.clarin.com/mundo/cita-ultramontana-verona-incomodos-amigos-matteo-salvini_0_ag15g4AEb.html

 
Leave a comment

Posted by on April 8, 2019 in European Union

 

Tags:

Europe’s Leaders Are Aiding Italy’s Populists

Italy is now the frontline in the battle of the euro. Deputy Prime Minister Matteo Salvini is being propelled by a political tailwind that may, after the European Parliament elections in May, enhance his capacity to inflict serious damage on the European Union. What is both fascinating and disconcerting is that the xenophobia underpinning Salvini’s ever-increasing authority is being generated by the eurozone’s faulty architecture and the ensuing political blame game.

https://www.project-syndicate.org/commentary/italy-salvini-strengthened-by-europe-s-choices-by-yanis-varoufakis-2019-03

 
Leave a comment

Posted by on March 1, 2019 in European Union

 

Tags: ,

A scuola con ragazze e ragazzi che dormono poco

Qualche anno fa ho avuto uno studente che dormiva in classe. Aveva vent’anni – era stato bocciato due volte – si faceva almeno due, tre ore di sonno pieno con la faccia sul banco. Non dormiva per noia – o insomma, credo, non solo. Era il sonno di chi arrivava a scuola distrutto, dopo una nottata in bianco. Non era l’unico.

Ogni volta che chiedo ai miei studenti – tra i 15 e i 19 anni – quanto dormono, ricevo una risposta abbastanza preoccupante: più della metà meno di sette ore; ma c’è chi mi dice che dorme anche cinque o tre ore. Le mie classi non sono un osservatorio privilegiato, né in positivo né in negativo. È l’impressione che hanno anche quei professori e quei genitori che osservano con attenzione ragazze e ragazzi, anche se questo interesse spesso manca.

Nelle molte interviste che ho fatto in varie scuole superiori, ho capito che della questione non si parla quasi mai.

https://www.internazionale.it/bloc-notes/christian-raimo/2019/01/28/scuola-studenti-sonno

 
Leave a comment

Posted by on February 16, 2019 in European Union

 

Tags: ,

Diario di una notte passata con chi vive per strada a Roma

“In tutte le lingue europee tradizionali non c’è
una parola che non abbia connotazioni
denigratorie o paternalistiche nei confronti
dei poveri delle città. Ecco che cos’è il potere”.
Ritratti, John Berger

Alle sei e mezza di una domenica mattina di metà inverno il gelo comincia a sciogliersi e il nero della notte si addolcisce con qualche tono di blu. Roma è ancora sospesa nel torpore del sonno, illuminata dall’arancio dei lampioni. Per le strade di San Lorenzo, il quartiere che confina con la stazione Termini, il silenzio è rotto ogni tanto dai passi di qualche persona, dallo sferragliare di un autobus, dalla zuffa di due gatti randagi. I comignoli sui tetti fumano e le case cominciano a riscaldarsi. Per strada ci sono tre gradi e all’angolo tra via dei Ramni e viale di Porta Tiburtina Omar sta dicendo il suo rosario quotidiano di maledizioni e benedizioni. Alto quasi due metri, spalle secche e mani enormi, ha le braccia tese verso l’esterno, a metà tra un bambino che mima un aereo e un prete che invita alla preghiera.

https://www.internazionale.it/reportage/giuseppe-rizzo/2019/01/23/roma-senza-dimora-piano-freddo

 
Leave a comment

Posted by on January 24, 2019 in European Union

 

Tags: